Bioplastica antibatterica dai rifiuti, il problema diventa la soluzione

4F6E6D090E4E474C82EC5B1B970B0CC7-e1488554468228

(Rinnovabili.it) – Egitto e Regno unito stanno collaborando sullo sviluppo di una nuova plastica a partire dai gusci dei gamberetti scartati dall’industria alimentare.

Sono bastati solo sei mesi sui previsti due anni e i ricercatori dell’Università del Nilo possono mostrare già i primi risultati del loro lavoro: un film di bioplastica creato dai gusci secchi dei gamberetti. La ricerca, condotta in collaborazione con i colleghi dell’Università di Nottigham, mira ad ottenere un buon prodotto polimerico da cui ricavare sacchetti per la spesa e packaging alimentare, appositamente per il mercato egiziano.

CONTINUA A LEGGERE

Nessun Commento

Scrivi un Commento

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Connetti con facebook
Connettiti con Twitter

Ricordami Password dimenticata?

Non ho un account. Registrati

Password dimenticata

Registrati

Registrati con Facebook
Registrati con Twitter

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Chiudi