Una seconda pelle di solare termico per gli edifici di domani

048adcf4-7bc8-4282-9855-50e8028f8664-e1486550025433

(Rinnovabili.it) – Attraverso il progetto Arkol, i ricercatori del Fraunhofer ISE stanno sviluppando collettori solari termici da integrare direttamente nelle facciate degli edifici.

Quando si sente parlare di solare integrato in edilizia, il pensiero va quasi automaticamente ai moduli fotovoltaici. A meno che non vi troviate al Fraunhofer ISE, il celebre istituto di ricerca tedesco. Qui infatti un gruppo di scienziati sta lavorando ad Arkol, progetto per sviluppare collettori solari per le facciate dei palazzi. Una seconda pelle di solare termico che abbandonerebbe così la tradizionale istallazione sul tetto per regalare maggior libertà alla progettazione architettonica.

CONTINUA A LEGGERE

Nessun Commento

Scrivi un Commento

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Connetti con facebook
Connettiti con Twitter

Ricordami Password dimenticata?

Non ho un account. Registrati

Password dimenticata

Registrati

Registrati con Facebook
Registrati con Twitter

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Chiudi